lunedì 10 giugno 2013

Upsidedown... il mondo al contrario


Buongiorno amici!
ma non vi sembra a volte che il mondo giri al contrario?
che le cose per le quali il buon senso direbbe di fare in un modo le persone fanno esattamente il contrario e pretendono di avere ragione??
che chi debba fare delle cose le rimetta poi a voi come se la cosa non li riguardi??
E sì, oggi sono polemico... :)


Sono sicuro che vi sarete trovati in queste situazioni, a volte le si combatte ma a volte si è stanchi e si lascia fare pensando, con un po' di senso di colpa, che se neppure voi vi opponete a questo modo di pensare e fare (!) gli altri prenderanno il sopravvento...
a volte mi sento frustrato a pensare che le cose forse non cambieranno mai...

Su questa scia ho pensato di fare una cosa "al contrario" un classico upside-down.
L'aspetto forse non è dei migliori ma vi assicuro che il sapore è ottimo.
Certo non è molto dietetica come torta vista la quantità di burro che contiene, ma ogni tanto si può fare :P
Auguro a tutti una buona settimana!




Torta di albicocche capovolta

210 gr di farina 00
4 uova
225 gr di zucchero
125 gr di burro, sciolto
1 bicchierino di un buon rum
1 bustina di lievito per dolci

Guarnizione:
225 gr di zucchero
125 ml di acqua
75 gr di burro
15 albicocche, divise in due e denocciolate

Iniziate con la guarnizione sciogliendo lo zucchero e l’acqua in un pentolino a fuoco moderato, girando continuamente. Aumentate la fiamma e fatelo caramellate finché non diventa di un bel bruno scuro. Togliete dal fuoco e aggiungete il burro. Versate in una forma imburrata da 24 cm di diametro; rivestite il fondo con carta forno.

Setacciate la farina ed il lievito. Battete le uova e lo zucchero nel robot da cucina finché non il composto non diventa ben chiaro, aggiungete il rum.
Versate la farina col lievito poco alla volta incorporandola nel composto senza formare grumi. Unitevi infine il burro fuso e continuate a mescolare.
Sistemate le albicocche nella forma, con la parte tagliata verso il basso e avendo cura di metterle ben vicine nel caramello.
Versate il composto nello stampo e livellatelo. Infornate in forno già caldo a 160° C per circa 50 minuti o finché la torta non risulta ben cotta.

Cacciate dal forno lasciate riposare per una decina di minuti e poi sformate al contrario su un piatto da portata.

20 commenti:

  1. una tatin di albicocche praticamente! ottima! eh sì, il parallelo col mondo che va al contrario è proprio azzeccato
    ciao
    Cris

    RispondiElimina
  2. oh si che si puoà fare..e poi ce la frutta, no, quindi compensiamo un pò ..che dici?..mi intriga assai!

    RispondiElimina
  3. Grande! Si, le cose vanno proprio in una strana direzione. Speriamo bene! Tu l'hai capovolta benissimo...la torta.

    Fabio

    RispondiElimina
  4. Deliziosa!!
    Passi a trovarmi? ti aspetto... nel frattempo ti seguo! :)

    RispondiElimina
  5. scopro il tuo blog per caso...e mi piace tantissimo...complimenti per le ottime ricette e la cura che metti nell'organizzazione del tuo blog... mi unisco fra i tuoi sostenitori per non perdermi le tue prossime realizzazioni!
    Non perdiamoci di vista...ti aspetto da me, se ti va!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  6. aahahahahha :) eh si ho avuto la stessa impressione anche io, mi piace la tuo punto di vista|! nn demoralizziamoci ma facciamo di questo un'esperienza, un modo diversi di affrontre le cose, una torta al contrario :) so già che è buonissima :)

    RispondiElimina
  7. il mio gira al contrarissimo!!:) bella la torta fatta con le albicocche!!!

    RispondiElimina
  8. come ti capisco... tante volte capita anche a me di pensarci!!! Consoliamoci con una bella torta capovolta! ottima

    RispondiElimina
  9. Sì, hai ragione, ci penso spesso anch'io... mi sembra che tutto ciò che in passato era un valore, tutti i principi a cui ho sempre cercato di conformarmi siano diventati difetti... mi riesce molto difficile rapportarmi con gli altri ultimamente.
    Mi rapporto molto meglio con i dessert :-D

    RispondiElimina
  10. Questi giorni volevo fare la stessa torta, ma poi non avevo avbbastanza albiccocche :(

    RispondiElimina
  11. eh che dire caro Gio, alle volte "lasciasri portare" dalla corrente senza oppore resistenza o attrito, fa si che possa poi cambiare il nostro punto di vista, mai farsi sopraffare però!!
    Invece per la turta vale proprio il contrario, da questa bella delizia mi lascerei sopraffare con piacere ;)

    RispondiElimina
  12. Ciao carissimo Gio', sono pienamente d'accordo con te il mondo purtroppo va all'incontrario, e quanta fatica andare controcorrente che sarebbe la cosa giusta.
    L'aspetto e' sempre secondario, il gusto invece e' quello che deve prevalere.
    A presto

    RispondiElimina
  13. caro Giò quanto hai ragione! :(

    RispondiElimina
  14. Ottima torta Gio, adoro i dolci rovesciati, che squisitezza!!!!

    RispondiElimina
  15. Che buona! Adoro la tarte tatin!
    Un bacio

    RispondiElimina
  16. è un pò di tempo che mi diverto a girare nei blog di cucina.
    ne ho visitati tanti.
    quante buone cose e quanta passione.

    ma il mio preferito è il tuo.

    RispondiElimina
  17. A me sembra quasi sia diventata la norma il "girare al contrario"!
    Di sicuro al contrario meglio la tua torta sottosopra. Ce n'è ancora una fettina? Un bacio, buona settimana

    RispondiElimina
  18. Ciao Giò! Quanto hai ragione: la frustrazione a volte è grande, viene una rabbia!! Ci si sente impotenti e furiosi! La tua torta rende perfettamente l'idea :D (buona, proprio perchè sottosopra! mi ricordo una striscia comics (erano Pericoli e Pirella, mah?) di un omino a testa in giù sull'Espresso di tanti anni fa...)
    un abbraccio grande

    RispondiElimina

Se ti fa piacere lascia qui un commento, grazie!

Ultimi post