mercoledì 10 novembre 2010

Invita un finocchio a cena...


Eccomi qua sul filo del rasoio a partecipare con gli altri amici food blogger all'iniziativa!

Inutile dire...anzi meglio precisare che sono contro ogni forma di discriminazione, sia essa rivolta ai gay, alle donne, ai diversamente abili, ecc.  insomma nei confronti di chiunque non rientri nella banale "normalità"!

beh per quanto riguarda i gay poi c'è da dire che molti di quelli che sono al comando spesso lo sono, ma non hanno il coraggio di ammetterlo e si nascondo dietro un falso perbenismo quando se ne parla e magari hanno anche mogli e figli...
mi è capitato personalmente, nel mio piccolo, di assistere ad affermazioni davvero grottesche che ti verrebbe da urlare: ma hai anche il coraggio di parlare!!!

Oggi qualcuno ci indica come normalità l'appiattimento delle coscienze, l'assenza di senso critico, la banalizzazione di realtà, eventi che banali non lo sono affatto!

Basta! sono stanco di chi vuol farci credere che la vita è solo quella che ci propinano filtrata dalla TV
non possiamo essere tutti cantanti, ballerini, attori, veline, avere come unico scopo l'apparire in tv e non pensare ad altro!

per non parlare dell'informazione...avete mai visto un telegiornale? sembrano tutti uguali, fatti con lo stampino!
a volte, se manca il pazzo di turno che uccide qualcuno e la conseguente spettacolarizzazione dell'evento (vedi i milioni di puntate fatte sul delitto di Cogne con relativi plastici, assurdo!), la notizia più importante del giorno sembra essere magari un sondaggio fasullo che vuol farci passare per vere cose che non sono reali!

Purtroppo l'Italia degli ultimi anni è un paese dove sono permesse e lasciate passare cose che altrove sono inconcepibili!
è il momento di dire basta e protestare, in tutti i modi possibili, anche con un blog!




Torta di finocchi e patate al forno
Per 4/5 persone
4 finocchi
5 patate di media grandezza
3 pomodori
Cacio ricotta di capra (quella pugliese per intenderci)
Origano
Pimenton piccante (o peperoncino in polvere)
Olio evo
Sale marino


Lavate bene i finocchi, togliete la parte esterna più dura e tagliateli in fette di circa mezzo centimetro. Metteteli in una ciotola e teneteli da parte.
Sbucciate, lavate e tagliate a fette sottili le patate.

In una pirofila da forno (ne ho usato una ovale, lunghezza circa 30 cm), fate un fondo con un paio di strati di patate, salate e versate un filo d’olio.
Ricoprite con abbondante cacio ricotta grattugiata e origano.

Fate infine due strati di finocchi, salate, cospargete di abbondante cacio ricotta e pimenton piccante.
Irrorate con un filo d’olio e giusto un po’ di acqua per evitare che si asciughino troppo una volta messi al forno.

Coprite con carta argentata e mettete in forno preriscaldato a 200° per 45 minuti.
Passato questo tempo, scoprite, mettete i pomodori lavati e tagliati in spicchi, altro origano e lasciate i forno per altri 15 minuti circa.

Togliete dal forno e servite tiepido. Va bene come antipasto o come contorno, fate voi...ma l'importante è che ci sia un finocchio a tavola!!

14 commenti:

  1. ciao gio!
    ma dimmi un pò, come va la nuova cucina? mi son persa gli aggiornamenti e non so più a che punto sei :)

    RispondiElimina
  2. grazie gio,
    mi è piaciuto il post, si vede che l'hai proprio scritto con il cuore.
    e poi la ricetta è molto originale, mi piare che non l'abbia pubblicata nessuno oltre a te, in mezzo a tutte quelle insalate di finocchi, mi sono chiesta perché oggi fossimo tutti a dieta :-)))

    aggiornato l'elenco con il tuo post

    e grazie anche da parte della mia "socia" Norma

    gaia

    RispondiElimina
  3. Hai rispecchiato in pieno il mio pensiero: la banalizzazione, l'appiattimento culturale, il perbenismo... io l'avrei detto con parole più povere e cioè che questo paese fa schifo, ma proprio schifo tanto. E la ricetta è davvero originale e molto colorata.

    RispondiElimina
  4. Beh... di dissidenti qui che ne sono un sacco... che dici??
    Un abbraccio finocchioso e una forchettata di pasta fi
    fumante!

    RispondiElimina
  5. Bravo Gio! Ricetta ottima (as usual) e post scritto con il cuore! Assaggio e sottoscrivo! :)

    RispondiElimina
  6. MOlto gustosi cucinati così i finocchi, ottima ricetta, bravo Gio!!!!

    RispondiElimina
  7. Sposo pienamente la protesta. Questa volta non voglio commentare la pasta ma il post. Se tutti noi ci sforzassimo, più spesso, di essere e non solo di apparire, il mondo sarebbe sicuramente migliore. Più sentimenti, più passione, più verità, persone migliori, sincere. Ci si potrebbe apprezzare per quelli che si è, senza stare troppo a pensare alla banale "normalità"
    Bravo Gio. We love you

    RispondiElimina
  8. @babs cara barbie! la cucina mi piace molto, purtroppo in questi giorni a causa dell'esondazione del fiume sele siamo senz'acqua! mi sento morire!
    spero risolvano presto :) mi sa che se non posso cucinare vi faccio le foto della cucina :)

    @lagaiaceliaca grazie a voi per la bella iniziativa! per iniziative come questa sarò sempre disponibile :)

    @onde99 ...e sì purtroppo non posso che essere d'accordo anche se la cosa mi rende ben triste :( speriamo migliori presto...

    @(parenstesiculinaria) è bello essere in tanti, così si arriva a cambiare le cose, l'esempio del dissenso di ghandi è da seguire :)

    @chiara in questa cosa ci abbiamo messo tutti il cuore! e siamo in tanti per fortuna! grazie anche a te!

    @speedy70 ma grazie mia cara super cuoca!

    @sparatrap ti voglio bene sei troppo cara!
    ..ma io sono senz'acqua posso venire a lavermi da te??? grazie!

    @thecookandtheguitarist grazie! approviamo tutti e speriamo di allargare questa cerchia! :)

    RispondiElimina
  9. ottima questa ricetta e io adoro i finocchi!!!!peccato non essere riuscita a rientrare nella iniziativa!

    RispondiElimina
  10. Gio, hai tracciato una fotografia della triste realtà.
    Il problema, come hai scritto tu, non è soltanto nelle esternazioni offensive e sciocche, ma nella banalizzazione del quotidiano, nella televisione che ha ormai sostituito la realtà.
    In giovani che sognano soltanto soldi e fama.
    La cultura che è diventata una parola sempre più sconosciuta.
    Però, anche vedendo questa iniziativa, vedo che siamo in tanti a essere stufi di questi spacciatori di falsa e patinata realtà.

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  11. @lucy grazie! è stata una bella iniziativa :)

    @giovanna infatti, eravamo davvero in tanti! ma molti di più sapendolo avrebbero partecipato :)

    RispondiElimina
  12. Ovviamente condivido le idee, ma soprattutto apprezzo la ricetta! :)
    Un abbraccio
    J.

    RispondiElimina
  13. @jasmine grazie! è importante apprezzare entrambe le cose :)

    RispondiElimina

Se ti fa piacere lascia qui un commento, grazie!

Ultimi post