venerdì 18 novembre 2011

Tradizione


Ho un amico piuttosto critico, uno di quelli che siede spesso alla mia tavola e con piacere.
Lui sostiene che viene solo per intrattenere i miei ospiti, che è poco interessato al cibo, ma poi spazzola tutto :)
(per chi lo ha già riconosciuto acqua in bocca! eh eh eh)
Questo amico sostiene che per le mie velleità da food blogger sperimento nuovi piatti, rivisito piatti tradizionali, cucina straniera, ma di dedicare poco spazio alla tradizione...

Ecco cosa ho fatto. Ho preso un grande libro di Cucina Napoletana, quello della J.C. Francesconi ed ho preparato questa ottima pizza della tradizione napoletana che più classico della cucina nostrana non si può. Certo, obbietterete voi, di piatti della cucina napoletana ottimi e famosi ce ne sono tanti, anzi tantissimi! ma questo è quello che mi andava di fare per primo.
Di sicuro ne seguiranno degli altri.

Il risultato è stato che lui da solo, mentre intratteneva (o distraeva) amabilmente gli altri ospiti, ne ha mangiato più di un quarto!!! che sfacciato! :D


Pizza di scarola

1 scarola di medie dimensioni (circa 1,4 Kg cotta)
Aglio, un paio di spicchi
Capperi, un’abbondante manciata
Olive nere di Gaeta (io non le ho aggiunte)
Un peperoncino
Olio evo
Sale q.b.

Per la pasta
500 gr di farina 00
25 gr di lievito di birra
150 gr di burro (o strutto)
Pepe
Sale
Acqua tiepida q.b.


Diluite il lievito con un po’ di acqua tiepida, impastatelo con un pugno di farina e lasciate crescere il panetto per una mezz’ora. Disponete la farina a fontana, mettete al centro l’impasto di lievito cresciuto, il burro, il sale e parecchio pepe e impastate tutto, aggiungendo tanta acqua tiepida da ottenere una pasta piuttosto morbida che lavorerete bene. Mettete poi a crescere in una terrina coperta, in luogo tiepido.

Ho usato la planetaria, aggiungendo una tazza di acqua tiepida e tenendo da parte una tazza di farina che ho poi unito poco per volta finché l’impasto non ha raggiunto la consistenza desiderata, staccandosi dalla ciotola. Ho lasciato poi lievitare per circa due ore.

Lavate bene la scarola. In una pentola capiente fate scaldare dell’olio d’oliva, aggiungete un paio di spicchi d’aglio e il peperoncino. Unite quindi la scarola e coprite, abbassate la fiamma e lasciate cuocere; a metà cottura aggiungete prima i capperi (e le olive) e regolate poi di sapidità. Una volta cotta sgocciolatela e fatela intiepidire.

Quando la pasta sarà cresciuta, dividetela in due porzioni ineguali e, con la più grande spianata all’altezza di un centimetro, foderate un ruoto unto; mettevi dentro la scarola e copritela con l’altro pezzo di pasta spianato.
Fate cuocere in forno già caldo a 190° C per 45 minuti.

31 commenti:

  1. Bè..fame fa venir fame! Anche se stasera ho mangiato gnocco fritto... vedi tu! :)

    RispondiElimina
  2. Beh...la pizza con la scarola è una di quelle cose che ti mettono al tappeto al primo morso e per chi non l'ha mai assaggiata è una scoperta pazzesca...io l'ho fatta la prima volta che ho conosciuto i miei suoceri ed è stato un successone!!! Buon weekend un bacione grande ciao :)

    RispondiElimina
  3. ahah sicuramente dirà che si sacrifica per testare ^_^
    questa pizza è bella e buona!
    l'abbiamo mangiata nel basso lazio, ma ora che ci regali la ricetta possiamo finalmente rifarla ^_^ e consigliamo a tutti di rubartela

    RispondiElimina
  4. Anche io ho un amico così... ritienti fortunato perché almeno il tuo è critico e intrattiene gli ospiti. Il mio intrattenere (a lungo) solo le sue papille gustative :-)

    RispondiElimina
  5. Buona la pizza con la scarola, la mia mamma la propone sempre nelle sue sessioni di pizza (si perchè mica si accontenta di farne una sola versione di un solo gusto!)

    RispondiElimina
  6. Per la pizza di scarola, quella vera e buona come questa, farei follie! Provo di sicuro. Grazie, caro Gio :)

    RispondiElimina
  7. La pizza di scarole mi piace tantissimo, la tua è splendida! Non è che ne avresti una fetta anche per me? ^_^
    Un bacione e buon fine settimana

    RispondiElimina
  8. Non l'ho mai fatta, grazie Gio, da provare!!!!!

    RispondiElimina
  9. se si spazzolava tutto prima lo stesso chissà con sta torta!

    RispondiElimina
  10. Noooooooooo, ma siamo in sintonia, abbiamo appena fatto i calzoni con le scarole che posteremo in questi giorni! La tua pizza di scarole è stupenda!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  11. Caro Gio, mi permetti una domanda sconcertante per una come me che ama la cucina ma che, causa un po' di giri per l'italia, spesso confonde i nomi delle verdure (per non parlare dei tagli della carne)...la scarola è tipo cicoria? Io in questi giorni in occasione del rinfresco del lievito madre ho fatto una pizza con cicoria (saltata con aglio, pomodoro secco e un goccio di olio evo), provoletta di bufala e ricotta di pecora, pezzi di pomodoro fresco e mandorle a scaglie...Dalla foto sembrerebbe la stessa verdura. A giorni posterò la ricetta con foto.
    elisa

    RispondiElimina
  12. A me la pizza...manco me piace!Ma questa mi ha fatto venire una fame!Ciao Gio'...buon week end:)

    RispondiElimina
  13. ahahahahah anche io voglio essere un intrattenitore come il tuo amico!!! Quando mi inviti ad una delle tue cene??? Bacioni, Chiara

    RispondiElimina
  14. @chatapoche gnocco fritto!?? :P

    @greta una pizza conquista suiceri?

    @labanda broccoline che piacere! come state? un abbraccio!

    @guudfood questo mangia anche tanto però :D

    @memole benvenuta e grazie! :)

    @breakfastlizzy ottima anche nelle varianti :P

    @michela te ne conservo una fetta la prox volta :)

    @giovanna per te always!!

    @speedy da provare!

    @lucy quello lì spazzola via tanta roba, ma solo per intrattenere eh eh

    @aldamariella scambiamo?? :P

    @bucciadilimone no la scarola è diversa, è quella verdura riccia buona anche per fare insalate, leggermente amarognola, intanto aspetto la tua di cicoria :)

    @bene accomodati allora :)

    @cucinandoconmiasorella ti invito con grandissimo piacere!

    RispondiElimina
  15. Io non l'ho mai assaggiata, mia sorella ne decanta le lodi, e dopo aver visto le foto, non mi resta che provararla. Grazie per la ricetta.
    Buon we Daniela.

    RispondiElimina
  16. O caspita ,questa io la adoro.Intanto mi copio la ricetta.
    Un abbraccio e buon fine settimana.

    RispondiElimina
  17. La pizza di scarola!!!!!!! Buonissima, io qua di scarola non ne trovo ma mia suocera mi delizia ogni volta che può!

    RispondiElimina
  18. Con la cucina delle tradizioni vieni a nozze con me ;-) A casa mia d'inverno, almeno una volta al mese, si prepara il ragù e la genovese; pasta e fagioli e pasta e patate nel menù settimanale...la pizza di scarole la preparo un po' meno: a sapere che l'avresti cucinata tu facevo un salto a Salerno per una fettina :-)
    Baci e buon fine settimana

    RispondiElimina
  19. @daniela devi assolutamente provarla :P

    @fausta un abbraccio a te!

    @veru il ripieno puoi farlo anche con altre verdure, tipo broccoli :P

    @rosalba io devo fare la genovese che mi fa impazzire! cmq sei la benvenuta! :)

    RispondiElimina
  20. Adoro la scarola ripiena, purtroppo non ho mai assaggiato la "pizza di scarola", ma rimedierò al più presto... la tua ha un aspetto stupendo! Ti faccio due domandine:
    -nella ricetta che ho io della scarola, ci sono anche le acciughe, è una variante oppure vanno messe?
    - negli ingredienti scrivi 1,4 Kg di scarola cotta, è esatto? ma da cruda quanto pesava? così mi regolo...
    - di che diametro è il ruoto che hai usato?
    Alla fine le domande sono state 3 o 4...:-)D
    Grazie Gio e buon we

    RispondiElimina
  21. Bella e sicuramente buona questa pizza!!

    RispondiElimina
  22. @ale ecco le tue risposte:
    - le acciughe ci vanno, ma io non le ho messe
    - era una grossa scarola non l'ho pesata ho pesato solo alla fine, mi spiace, cmq una volta cotta falla scolare bene altrimenti la pasta si bagna troppo
    - ruoto diam 25 cm
    fammi sapere come ti viene :) buona domenica!

    @lamagicazucca grazie!

    RispondiElimina
  23. che dorata meraviglia della tradizione al gusto di scarola.... sai che l'ho cucinata proprio ieri? foodies telepatia.

    Buona domenica,
    ib

    RispondiElimina
  24. Non l'ho mai provata ^_^ ma sono certa che farei come il tuo amico, ne "assaggerei" 1/4 da sola!

    RispondiElimina
  25. che nostalgia Gio! sono secoli che non la mangio, ogni volta che compro la scarola, le foglie più esterne le ripasso in padella con tutti gli ingredienti per farci la pizza e penso sempre che prima o poi la devo rifare
    domani compro lo strutto :-))
    tutto il resto c'è
    grazie
    Cristina

    RispondiElimina
  26. Che buona la pizza di scarola! Devo assolutamente provare la tua versione!

    RispondiElimina
  27. Le tue proposte, estrose o tradizionali che siano, mi incuriosiscono sempre! Non ho mai assaggiato la scarola, figurarsi la pizza di scarola! Ma mi incuriosisce, vorrei provarla.

    RispondiElimina
  28. conosco questo piatto! Ho un'amica di origini napoletane che lo fa... è uno spettacolo! Non dubito che il tuo amico ne abbia sottratto un quarto mentre tu eri distratto... grazie e a presto

    RispondiElimina
  29. @irene con te ho grande sintonia! un abbraccio forte!

    @sonia lui più di un quarto! eh eh

    @poverimabelli puoi anche usare il burro se non trovi lo strutto, fammi sapere!

    @paolaM prova! :P

    @serena allora ssolutamente scarola! :)

    @fausta hai ragione uno spettacolo!

    RispondiElimina
  30. Un amabile "cicerone-mascalzone"... che però riconosce l'ottima cucina. Mica scemo ;-)

    RispondiElimina

Se ti fa piacere lascia qui un commento, grazie!

Ultimi post