lunedì 9 gennaio 2012

Chapati con lenticchie e spinaci


Salve a tutti! Come va? Oggi da noi si gela!!!
Per fortuna l'influenza è passata, ma sono comunque tornato dall'ufficio vestito come un eschimese pronto a prendere la sua slitta trainata dagli husky :D

Sto leggendo (l'ho quasi finito) un bel libro della scrittrice Radhika Jha ambientato in un villaggio indiano, quindi la mia mente è inebriata dai profumi e dalle fragranze dell'India..... di conseguenza lo scorso fine settimana mi sono messo alla ricerca di un paio di ricette menzionate spesso nel libro e le ho realizzate.

Per fortuna dal mio ultimo week end londinese avevo portato un po' di garam masala, un mix di spezie che mi è servito proprio per realizzare il piatto che vi propongo oggi.
Il garam masala può anche essere fatto in casa, ma lo trovo difficile quindi mi sono affidato ad uno già pronto. Per saperne qualcosa in più leggete qui.
In alternativa potete usare solo alcune delle spezie che più vi piacciono, fregandovene del gran mix del garam masala originale :)
A voi la ricetta!


Chapati con lenticchie e spinaci
per 6  persone

per i chapati
225 gr di farina 00
80 gr di farina integrale
Sale, un pizzico
Olio di girasole, un cucchiaio
180 ml di acqua tiepida

per la farcia
120 gr di lenticchie verdi bio
1 mazzetto di spinaci freschi (circa 250 gr)
1 cipolla bianca
1 spicchio d’aglio
1 cucchiaino di cumino
1 cucchiaino di garam masala
1 cucchiaino di grani di senape gialla
500 ml di acqua calda
Olio di girasole
Sale


Tagliate la cipolla a dadini e l’aglio in piccoli pezzetti. Fateli dorare in una pentola con un filo d’olio. Aggiungete le spezie e mescolate per pochi minuti facendo sprigionare il loro profumo. Unite le lenticchie e fatele insaporire. Versate l’acqua calda, portate ad ebollizione, abbassate la fiamma e fate sobbollire finché tutto il liquido non sarà assorbito e le lenticchie ben cotte, circa mezz’ora. Aggiungete infine gli spinaci puliti e lavati, che avrete tritato grossolanamente con un coltello, spegnete e lasciate raffreddare.

Setacciate le farine in una terrina. Unitevi il sale e l’olio e cominciate ad impastare aggiungendo poco per volta l’acqua tiepida, lavoratela per un decina di minuti fino ad ottenere una pasta morbida. Copritela con la pellicola e lasciatela riposare per almeno un’ora.

Dividete la pasta in 12 parti e su una spianatoia ben infarinata, stendetela abbastanza sottile con un matterello ricavandone dei dischi del diametro di circa 20 cm. Potete anche fare dei dischi di pasta più piccoli, ottenendo così più chapati.

Stendete la farcia al centro di un chapati, avendo cura di lasciare circa un centimetro di spazio dal bordo. Bagnate il bordo e ricoprite con un altro disco di pasta facendolo aderire bene. Nel frattempo mettete a riscaldare una piastra di ghisa (o in alternativa una padella antiaderente), senza aggiungere grassi. Lasciate ben dorare ciascun chapati da entrambi i lati, a mano a mano che saranno pronti sistemateli al caldo su un foglio di alluminio. Serviteli ben caldi.

39 commenti:

  1. Ciao Gio grazie per la visita. Che delizia questa ricetta! Noi adoriamo la cucina indiana e il pane indiano in tutte le forme. A presto!

    RispondiElimina
  2. Wow Gio...meraviglia delle meraviglie! Mi sono innamorata di questo piatto, le fotografie sono proprio invitanti, i colori bellissimi...mi piace proprio tanto! Ti scopiazzo la ricetta! Un bacione forte ciao :)

    RispondiElimina
  3. Non conoscevo questo piatto, è davvero invitante!
    .. a parte le spezie assomiglia al nostro crescione! :DD

    Buona serata!

    RispondiElimina
  4. gio.... ma che fame!!!! bentornato e lieta di sentire che stai meglio :) un abbraccio e ... mi raccomando, riguardati!

    RispondiElimina
  5. che bei ricordi che mi hai suscitato, mi hai fatto venire voglia di una bella cena indiana.peccato che sei distante altrimenti si poteva organizzare!

    RispondiElimina
  6. Che buono che deve essere questo piatto, bellissime foto e colori meravigliosi! Sono felice che tu stia bene Gio!
    Un abbraccio grande!

    RispondiElimina
  7. Ma ciao Giò!!! Che super Indian piatto!!!
    Bellissimo il chapati....credo che ci proverò con il kamut bianco e kamut integrale!!! Aspetto ricette con le cicerchie...che son belle come il mare!!! A presto!!!! Un abbraccio. ib

    RispondiElimina
  8. complimenti, vien voglia di dargli subito un morso! ciao.

    RispondiElimina
  9. @daniela grazie!

    @greta semplice e buono ti assicuro :P

    @breakfastatlizzys provalo, anche con le spezie che vuoi tu!

    @babs grazie barbie! mi sto ancora attento :)

    @lucy sì che bello una cena indiana! :)

    @aldamariella bentornate!!!

    RispondiElimina
  10. @irene kamut? che bella idea! un abbraccio :*

    @patrizia benvenuta e grazie!

    RispondiElimina
  11. Grazie per il commento e complimenti per questa ricetta,estremamente innovativa,almeno per una come me,molto legata alla sua terra....La cucina e' esperimentare e tu lo fai veramente a 360 gradi....mi stuzzica molto questa ricetta!!!!!buona vita e buona cucina

    RispondiElimina
  12. molto interessante questa ricetta!!!
    Ti aspetto per UN'ACCIUGA AL GIORNO, ho assolutamente bisogno dell'apporto del grande sud per la mia sfida!!! :-))
    Grazie
    Ciao
    Cris

    RispondiElimina
  13. Si gela anche dalle mie parti, credimi ma non vedo l'ora che arrivi l'estate:-)) Dev'essere un piatto gustoso e saporito... che fame! Un abbraccio

    RispondiElimina
  14. Questo piatto mi ispira e ho anche il garam masala! Grazie:-)

    RispondiElimina
  15. Capita anche a me di cucinare qualcosa in relazione al libro che leggo. Il tuo chapati è delizioso, mi hai fatto venire fame! ^_^
    Un bacione

    RispondiElimina
  16. Ma che bella ricetta! Anche se qui non si gela per niente un bel piatto caldo con legumi e carboidrati non guasta mai!

    RispondiElimina
  17. bella e tanto proteica! Ai miei diavoletti piacciono tanto le lenticchie. Stampoooo!

    RispondiElimina
  18. Fa freddissimo anche da me Gio, ma mi scaldo con questo splendido pane. . . Questa sera mi metto all'opera, grazie!!!!!!!!!!!!!!!!!!1

    RispondiElimina
  19. Ma avevamo voglia di spinaci tutti e due..ma questo tuo chapati é spettacolare, mi immagino i profumi, il tocco di senape mi affascina in combinazione con gli spinaci e le lenticchie..

    PS qui ieri 37gradi.....ti aspetto..
    Buon anno ancora, Simonetta

    RispondiElimina
  20. No vabbè (che non è italiano, lo so), non è possibile!!! Te ed io troppo in sintonia! Anche io sono molto indiana in questo inizio 2012, per ora solo tramite libri per documentarmi. Io mi sono davvero innamorata di questa cucina...il tuo chapati lo proverò, sì sì sì quanto mi piace!!
    Ma un corso di cucina indiana? ;-)
    Baci baci

    RispondiElimina
  21. @graal77 sei troppo buona :)

    @poverimabelli... grazie per l'invito sicuramente ci provo, ne vado matto!

    @marifra sono sul divano con la copertona eh eh

    @ombretta sei un mitooo!

    @giovanna prendiamo ispirazione no? :)

    @paolam asssolutamente no! :)

    @carlotta che fortuna! i miei nipoti le odiano, io le adoro!

    @speedy sei sempre operativa! grande

    @glufri Simonetta verrei di corsaaaa!!!

    @rosalba a breve posto anche il kheer :D

    RispondiElimina
  22. sai, a me piacciono tantissimo i gusti indiani, ho tutto il corredo di spezie per fare i vari mix e mi piacciono anche i chapati.. mai fatto in stile calzone, però! Grazie!!

    RispondiElimina
  23. Questi chapati danno l'idea di qualcosa di mistico, in perfetta armonia con i sapori che volevi evocare tu...La cucina indiana è formidabile e chi l'ha assaggiata dal vivo ne è rimasto affascinato (io non ho avuto questa fortuna)...Questa ricetta mi ispira tanto e spero di provarla quanto prima, ti do ragione sulla difficoltà nel fare in casa il garam masala, infatti come te lo compero già fatto...Il ripieno con le lenticchie è adorabile!!! Questa influenza ci ha colpiti un pò tutti, e anch'io mi infagotto per bene quando esco, per evitare una ricaduta!!!Un abbraccio e buon anno :)

    RispondiElimina
  24. Solo alla parola "chapati" il mio cuore compie un guizzo: ne mangiavo di buonissimi a Zanzibar, in un piccolo ristorante (capanno) sulla spiaggia, ne sono golosissima. Li ho sempre utilizzati come accompagnamento (prevalentemente da pucciare nel curry), non ho mai pensato di farne dei "panini"!

    RispondiElimina
  25. Qui' da me oggi c'è il sole, anche se fa freddo, ed io sono raffreddata. Sono felice di sentire che stai meglio. Sono sempre attratta dalle tue ricette, rinnovo i miei complimenti.
    Daniela.

    RispondiElimina
  26. Non ho mai provato lo chapati (spero l'articolo sia giusto). Mi fa piacere trovare anche la ricetta e questo ripieno non mi dispiace!
    Anche da me fa freddino, ma a me paice.

    RispondiElimina
  27. Davvero molto interessante questa ricetta,dev'essere molto gustosa.Compliemnti anch per le splendide foto.
    Un abbraccio e buona serata.

    RispondiElimina
  28. in questo priodo andiamo tutti imbacuccati...figurati che io sotto il cappotto indosso 4 maglie di lana!!! in casa solo 3 e devo vedere mio marito che va' in giro a maniche corte come se nulla fosse!!!! ahahahah ottima ricetta devono essere libidinosi!!!! bravoooo ^-^

    RispondiElimina
  29. Hai proprio ragione...il freddo si fa sentire! Però devo dire che il tuo buonissimo piatto mi conforta dal gelo che c'è attorno...gli darei volentieri un morso! :P

    RispondiElimina
  30. Sembra di sentirne il profumo. In effetti è un piatto completo da alternare ai nostri soliti invernali, Mi piace!

    RispondiElimina
  31. Gio, interessante questo chapati, mai mangiato, ma penso che lo proverò presto, visto che anche io sono appassionata di cucina indiana. Durante un corso di cucina indiana ho imparato a fare il masala, è molto più facile di quello che pensi, e niente a che vedere con quello comprato, io purtroppo non avendo trovato subito tutte le spezie e presa dalla fretta l'ho comprato e ora quando lo utilizzo faccio metà e metà perchè è troppo forte! Se ti interessa ti mando ricetta e procedimento, nel mio blog non l'ho ancora messo :-)

    RispondiElimina
  32. Carina l'idea di unire due tradizioni così lontane...:-) complimenti per le foto, la prima credimi fa venire l'acquolina in bocca!!

    sarà meglio che vada a casa a pranzare adesso... :-)
    a presto
    Pippi

    RispondiElimina
  33. Da tempo voglio provare questo pane...la tua versione è strepitosa, mi ispira tantissimo!!!Bacio

    RispondiElimina
  34. brrrrrr...anche qui da un po’ di giorni è freddo freddo! E io mi sento tanto un pinguino!
    Mi ha sempre incuriosita questo pane ma non l’ho mai fatto. Con quel ripieno mi stuzzica ancor di più, sono una “lenticchiofila” in tutte le salse :) Un bacio, buona serata

    RispondiElimina
  35. Infreddolito ma guarito!!! Bene sono contenta e sicuramente con queste calde evocazione indiane ti sarai ben scaldato!!!
    Ottimo piatto, mi piacciono tanto i piatti speziati!!!

    RispondiElimina
  36. strepitoso mai visto prima da provare

    RispondiElimina
  37. Neanche io conoscevo questo piatto!! Buono!! C'è sempre da imparare!

    RispondiElimina
  38. @all grazie a tutti per essere passati! :)
    @flo benvenuta!

    RispondiElimina
  39. strepitoso! Complimenti, prima o poi farò questi chapati :-)

    RispondiElimina

Se ti fa piacere lascia qui un commento, grazie!

Ultimi post